Abbronzatura senza rischi: come proteggersi dal sole nel modo giusto

Oltre che a procurarti una terribile scottatura, il sole può causare danni molto più seri. I dermatologi affermano che un’esposizione prolungata ai raggi solari può generare macchie scure, macchie rosse e squamose, rughe, secchezza della pelle e nella peggiore delle ipotesi il cancro alla pelle.

Se la tua pelle non produce nel modo giusto la melanina (pigmento protettivo della cute) o se ti sei esposta/o al sole prima che possa essere rilasciata, i raggi ultravioletti distruggeranno le cellule dell’epidermide. Anche una lieve bruciatura può distruggere lo strato superiore della pelle, come se ti fossi bruciata/o con un ferro caldo. Vuoi proteggerti dal sole nel modo giusto? Fermati! In questo articolo ti mostrerò come abbronzarti senza rischi, proteggendoti dal sole nel modo giusto.

Copriti

Se ti trovi al mare durante le ore di punta (dalle 10 del mattino alle 16 del pomeriggio), la cosa migliore da fare è coprirsi. Ti suggerisco di indossare un capello e degli indumenti asciutti di colore scuro, i quali assorbono meglio i raggi ultravioletti rispetto ai vestiti di tonalità più chiare.

Metti la crema solare

Applicare un generoso strato di protezione solare,con SPFdi almeno 15, è fondamentale se vuoi proteggerti dal sole. Assicurati di spalmarne molta, in quanto applicarne solo un leggero strato potrebbe ridurre la sua azione. Mettila ogni due ore o anche prima nel caso in cui tu abbia sudato o abbia fatto il bagno in piscina o al mare. A tal proposito, ti suggerisco di utilizzare i prodotti della linea Avène Solari (cliccando su questo link trovi l’intera gamma dei prodotti). Si tratta di protezioni solari adatte alle pelli più sensibili, in quanto dotate di un forte complesso foto-protettivo brevettato. I solari Avene sono perfetti  per adulti e bambini e sono disponibili in vari formati e formulazioni. E’ giusto precisare che parliamo di una linea di solari composta solo ed esclusivamente da ingredienti sicuri e perciò privi di parabeni e siliconi.

Ricordati di proteggere ogni singola parte del corpo

Molto spesso le persone dimenticano di proteggere i punti più sensibili del proprio corpo. Tra queste zone vi sono: l’attaccatura dei capelli, la “V” del petto, il naso, le mani, il collo, i piedi e le orecchie. Secondo alcune ricerche, l’80% dei tumori provocati dal cole colpiscono testa, collo e mani. Pertanto, cercate di spalmare la crema solare ovunque e di indossare dei grandi cappelli di paglia.

Prendi il sole in modo graduale

I medici non smetteranno mai di dire che non esiste una “abbronzatura sana“. Prendere il sole può essere una pessima idea per le persone dalla pelle chiara. Molte di loro non riescono ad abbronzarsi e rischiano solo di andare incontro a delle terribili scottature. Se non vuoi rinunciare all’abbronzatura, ti consiglio di prendere il sole in modo graduale e di lasciare che la tua pelle sviluppi pian piano la melanina per fornirti una protezione adeguata. Ricordati di non spalmarti addosso oli abbronzanti, in quanto migliorano gli effetti dei raggi ultravioletti e peggiorano le ustioni.

Non farti prendere in giro da una giornata nuvolosa

Devi fare molta attenzione anche nelle giornate fresche e nuvolose. I raggi solari nocivi non vengono eliminati dalle nuvole e per questo motivo rischi di bruciarti comunque perché la luce ultravioletta penetra la copertura delle nuvole. Ti suggerisco perciò di prendere le dovute precauzioni anche nelle giornate nuvolose.

Fai attenzione ad alcune medicine

Alcune medicine come la tetraciclina ed i farmaci diuretici, possono rendere la pelle più sensibile all’esposizione solare ed aumentare il rischio di scottature. Alcune medicine a base di erbe, come l’erba di San Giovanni, hanno un effetto di questo tipo. Se stai assumendo dei farmaci, parla con il medico o con il farmacista di questa possibilità.

Leggi anche: