Come arredare una camera da letto per ragazzi

Arriva un certo punto della vita dei propri figli in cui il passaggio tra l’infanzia e l’adolescenza segna un cambiamento netto. Questo cambiamento viene marcato dal ragazzo in moltissimi modi e di certo uno di questi è il desiderio di avere uno spazio tutto per se completamente diverso da prima.

Se, all’inizio, era fondamentale per lui avere una sorta di “nido” che lo facesse sentire piccolo, ora desidera segnare la sua crescita e il suo distacco dall’infanzia in modo decisamente più evidente. Questo si rispecchia moltissimo nelle scelte dell’arredamento della “cameretta nuova”, passaggio che tutti gli adolescenti compiono.

Ovviamente non è solo l’adolescente a decidere come arredarla poiché il supporto e le decisioni dei genitori sono fondamentali. Vediamo di seguito alcuni accorgimenti da seguire nel momento in cui un ragazzo decide di avere una camera da letto propria.

Capire le esigenze del ragazzo

Sicuramente, di fondamentale importanza è capire quali siano le esigenze del ragazzo in quel preciso momento e cercare in qualche modo di assecondarle. Che sia la volontà di dipingere le pareti in un certo modo o di avere una certa tipologia di scrivania è sempre bene trovare un accordo.

È importantissimo per un ragazzo in fase di crescita poter iniziare a crearsi una propria identità anche attraverso la sua stanza, il suo “covo”. L’intimità con se stessi e con le cose che si amano è fondamentale per costruirsi un IO ben identificato e concreto che permetterà di affrontare tutte le difficoltà future.

Aldilà della propria personalità specifica e di quello che si desidera avere nella propria stanza di diverso rispetto a tutte le altre, alcuni complementi d’arredo sono utili anche e soprattutto per lo stadio.

I complementi d’arredo da utilizzare

Probabilmente la camera del bambino aveva spazi dedicati ai giochi che, ora, non servono più e che di conseguenza possono essere utilizzati e sfruttati meglio. Innanzitutto l’adolescente ha sicuramente necessità di avere un armadio che contenga tutta una nuova serie di vestiti più adatti alla sua età che probabilmente saranno anche molti di più rispetto a prima. Secondo i dati del noto e-commerce Livingo, anche il letto spesso viene cambiato sia per le dimensioni che per la tipologia non più adatte al ragazzo ormai cresciuto. L’adolescente vuole marcare il passaggio e la fine dell’infanzia in modo molto netto e, di conseguenza, tenderà a liberarsi di tutte quelle cose che lo fanno sentire “piccolo” agli occhi altrui.

Molto importante è poi avere una scrivania su cui il ragazzo possa fare i compiti e studiare e che dia quel tocco di maturità in più che lo faccia sentire in qualche modo “grande”. La scrivania è sempre difficoltosa come scelta perché comunque prevede l’utilizzo di una grande quantità di spazio e quindi è necessario valutarne le dimensioni. Una tipologia di scrivania molto utilizzata è quella “richiudibile” composta da una serie di scrivanie più piccole che all’occorrenza vengono aperte o chiuse e possono essere molto utili come salva spazio. Una scrivania dovrà essere abbastanza grande da contenere sia i libri di scuola che il PC, ormai indispensabile nel mondo di oggi. Per ottimizzare nel modo migliore lo spazio il computer può anche fungere da televisione in modo da utilizzare al meglio lo spazio disponibile.
Per completare l’arredamento sarà poi fondamentale provvedere a mettere delle mensole che possano contenere i libri in modo ordinato per dare alla stanza quel tocco in più che farà sentire il ragazzo davvero adulto.

Seguendo questi consigli ed ascoltando anche quelli di professionisti che si occupano della vendita e della disposizione dei mobili, sicuramente arredare una camera da letto per un ragazzo sarà molto più semplice.

Leggi anche: