Crema Barò anticellulite: come funziona e cosa ne pensano gli esperti?

Una delle soluzioni usate per combattere la cellulite è di certo la crema anticellulite che spesso promette miracoli ma che in realtà può nascondere qualche problema.

Le creme anticellulite non solo possono disattendere le nostre aspettative ma in  alcuni casi possono essere rischiose per la salute se non utilizzate con attenzione.

Esistono differenti tipologie di creme anticellulite ma si dividono fondamentalmente in due grandi sottocategorie: le creme farmaceutiche e quelle non farmaceutiche.

Con creme farmaceutiche si intendono le creme che hanno una base chimica che potrebbe, se non usata correttamente, anche avere conseguenze negative sulla salute, un esempio è Somatoline che (come riportato su alcuni blog di settore) sembra contenere tiroxina, una proteina che se usata per troppo tempo potrebbe andare ad inficiare il buon funzionamento della tiroide.

La maggior parte delle creme però ha una base non chimica e può essere usata con piú tranquillitá e frequenza.

È il caso della crema Barò, una nuova tipologia di crema lanciata sul mercato per combattere la cellulite.

Caratteristiche crema Barò.

Come dice il nome la crema Barò contiene i principi attivi presenti negli acini di una particolare uva proveniente da Barolo, l’uva rossa biologica, che ha come proprietá quella di velocizzare il processo di scioglimento degli strati adiposi che provocano la cellulite favorendo la microcircolazione profonda che migliora l’elasticità della pelle.

La crema Barò contiene inoltre la Ceramide III in grado di ripristinare completamente il tessuto dell’epidermide e andare a ricostruire i tessuti danneggiati laddove sia necessario.

Nonostante sia una crema naturale è importante seguire la posologia indicata e non eccedere nelle applicazioni che si devono fare solitamente alla mattina per favorire il microcircolo e la penetrazione cutanea e far si che essa agisca durante tutto il corso della giornata.

Essendo una crema a base naturale ha buoni effetti ma non è miracolosa ed è quindi necessario utilizzarla con costanza e in sinergia con sport e una buona dieta drenante.

I primi risultati sono visibili solo dopo circa due mesi poiché il pregio di questa nuova formulazione non è la velocità con cui va ad agire ma la durata.

Rispetto ad altre creme la crema Barò  agisce lentamente ma con effetti molto più duraturi e visibili rispetto ad altre formulazioni.

Non è necessario , in seguito, continuare ad applicare la crema ogni giorno ma è possibile ridurre l’applicazione anche ad un paio di volte alla settimana per mantenere l’effetto desiderato.

È sempre però importante tenersi in allenamento e bere molta acqua per continuare ad eliminare le scorie e mantenere la pelle sempre fresca e rigenerata.

 

 

 

Leggi anche: