I migliori pittori paesaggisti italiani contemporanei

Non c’è niente di più rilassante che ammirare un paesaggio, che sia al mare o in montagna, all’alba o al tramonto. Lo scrittore Robert Macfarlane ha detto “il paesaggio non ha linguaggio e la luce non ha grammatica, eppure milioni di libri cercano di raccontarli”, e se i più diversi autori provano a descriverlo al meglio, nessuno sa esprimere e incidere nella mente delle persone la loro bellezza come i pittori.

Pittori paesaggisti italiani contemporanei: chi sono?

Nella storia dell’arte italiana sono molti i pittori che dipingevano paesaggi, ed per elencarli tutti si dovrebbe scrivere un’enciclopedia. Se ci si limita all’epoca contemporanea, uno dei nomi italiani che spicca è sicuramente quello di Sergio Scatizzi (1918-2009), pittore e poeta, famoso soprattutto per le sue Terre Volterrane, espose al Museo Novecento di Firenze.

Un altro nome che si può citare è quello di Mauro Illusi (1925-1992), conosciuto come Millus. In un’intervista, sua figlia Cecilia commentò che suo padre aveva avuto due grandi amori in vita: Livorno e il mare, e questo artista, infatti, riuscì a racchiudere questi paesaggi tanto amati nei suo quadri, usando in gran parte dei colori ad olio.

Mario Schifano (1934-1998), oltre ad essere stato un regista, era anche pittore, e ha promosso diverse mostre, personali e collettive dal 1959 al 2017. Tra i suoi quadri, non mancavano di certo i paesaggi, come Paesaggio italiano o Paesaggio anemico.

La pittura paesaggistica oggi

Molta della paesaggistica del Novecento è stata influenzata dall’astrattismo, e quale sia lo stile che i pittori hanno deciso di adottare, ognuno ha cercato di riprodurre i toni dei paesaggi con diversi timbri, come per dare un valore di lirismo acuto, come diceva Filippo de Pisis.

Oggi come oggi la pittura paesaggistica non segue delle vere e proprie regole. Si può prendere ad esempio quella di Francesco Ferulli (1984), che ha adottato uno stile che lui stesso definisce un “contornismo metafisico”. A vederli, i suoi dipinti ad olio sembrano delle vignette dei fumetti, ma lui ha scelto di dipendere la sua Puglia (ed altri soggetti) con dei colori chiari e vivi, per renderla più magica.

Una nuova forma di arte che ha preso piede nell’ultimo secolo è senz’altro la fotografia, ed anche in questo campo non mancano dei veri e propri artisti, che riescono a catturare un angolo e/o un momento, che racchiudono tutta la bellezza di un paesaggio. Il fotografo americano Ansel Adams sostiene che la fotografia di paesaggio è la “prova suprema”, per un fotografo, così come può essere la sua più grande delusione.

Leggi anche:

Condividi su: