Quali sono i quadri più belli della Natività?

Nel corso dei secoli, la Natività, ovvero la nascita di Gesù, e sempre stata soggetto di molte opere d’arte, soprattutto i quadri. In alcuni, si raffigura solo il Bambino con San Giuseppe e la Madonna, mentre in altri sono presenti anche pastori e/o Magi. Ma quali sono i quadri più belli della Natività, italiani e stranieri?

I quadri italiani

Tra i quadri della Natività più belli, realizzati da pittori Italiani, sono stati inclusi:

  • l’Adorazione dei pastori, del pittore ed incisore Andrea Mantegna (1431-1506), databile nella fase giovanile dell’autore, attorno al 1450-1451, commissionata da Borso d’Este, ambientata all’aperto, ed in cui la Madonna ed il Bambino sono al centro, su un gradino, con San Giuseppe a sinistra, e due pastori a destra;

  • la Natività Mistica, di Sandro Botticelli (1445-1510), realizzato nel 1501, in cui al di sopra delle grotta si trovano degli angeli, tre seduti sul tetto di paglia della mangiatoria, altri in cerchio al di sopra di essi, che danzano, ed altri tre, nella parte inferiore del quadro, che abbracciano degli eruditi;

  • la Natività Allendale, realizzata tra il 1500 e il 1505 da Giorgione (1478-1510), in cui la Sacra Famiglia riceve la visita di due pastori, davanti alla grotta;

  • la Notte, o Adorazione dei pastori, di Correggio (1489-1534), è stato dipinto tra il 1525 e il 1530, in cui la luce si trova sul lato sinistro della scena, dove ci sono la Madonna con il Bambino, che mette in luce anche le espressioni di meraviglia dei pastori;

  • la Natività con i santi Lorenzo e Francesco d’Assisi, di Caravaggio (1571-1610), datato attorno al 1600, che a differenza delle altre opere, raffigura i santi con spoglie umili, e le figure più “illuminate” sono l’angelo che indica la Madonna e il Bambino, mentre San Giuseppe è volto a guardare san Francesco e chi lo accompagna (che sembra sia fra’ Leone).

Quadri di autori stranieri

Tra i pittori stranieri, che hanno raffigurato la Natività di Gesù, si può includere il tedesco Albrecht Dürer (1471-1528), che ha la raffigurato la scena al centro di una tavola di tigli, dal titolo Altare Paumgartner (1496-1504), commissionata dall’omonima famiglia per la chiesa di Santa Caterina di Norimberga.

La scena della nascita di Gesù è affiancata a sinistra da San Giorgio, e a destra da Sant’Eustachio. Nella scena centrale vi sono Maria e Giuseppe con il Bambino, circondato da giocattoli, in uno scorcio che ricorda più un borgo che la mangiatoia, e le altre figure sono ritratti dei membri della famiglia che ha commissionato l’opera.

L’Adorazione dei Pastori, presente nella chiesa di San Paolo ad Anversa, è invece opera del pittore fiammingo Pieter Paul Rubens (1577-1640). Datata nel 1608, in cui la luce si riflette sul Bambino e ciò che lo circonda. Si ipotizza che l’autore sia stato ispirato, nel realizzare la scena, dal Protovangelo di Giacomo, vista la presenza di una donna anziana, che viene identificata come una levatrice.

Leggi anche:

Condividi su: