Rutti continui: da cosa sono provocati e come risolvere il problema

Dopo un pasto abbondante non è insolito emettere dei rutti, delle espulsioni di gas da parte dell’organismo, ma quando il problema si presenta di continuo, è il segno che ci sono problemi di digestione. Ma come si può risolvere un problema del genere? E’ possibile trovarne di naturali?

Le cause

Generalmente, a provocare i rutti, è il consumo di determinati alimenti, come i fagioli o i cavoli, o l’assunzione di alcune bevande, in particolare quelle gassate. Nel casi di eruttazione continua, tuttavia, all’origine del problema possono esserci diverse patologie.

Una delle più comuni, è l’aerofagia, provocata dall’assunzione prolungata di una delle bevande gassate, a cui si è già accennato, o al consumare i pasti troppo in fretta, o addirittura al fumo. Questo problema, oltre a provocare rutti ripetuti, può essere l’origine di crampi all’addome, pesantezza allo stomaco, nausea e singhiozzi.

Tra le altre patologie, anche l’ernia iatale può provocare questo problema, dato che può causare tensione allo stomaco, alterando i normali processi di riflusso gastrico.

I problemi di stomaco, oltre che a delle patologie o dalle infezioni batteriche, possono essere causate intolleranze alimentari. Visto che lo stomaco respinge certe sostanze presenti negli alimenti, non è escluso che l’organismo possa espellerli tramite i gas.

Non si può nemmeno escludere che all’origine di questo disturbo ci siano dei farmaci per il diabete. In gravidanza, a provocare questi rutti potrebbe essere il feto, che causa tensioni nello stomaco.

Nei casi più gravi, non si può escludere che la causa di questi problemi sia un’insufficienza del pancreas. In questo caso, l’attività del pancreas è compromessa, e non si riesca a digerire bene gli alimenti.

I rimedi

Per risolvere questo problema, può essere necessario cambiare abitudini del proprio stile di vita. Ad esempio, smettendo di bere o assumere cibi che possono provocare i rutti, di fumare, o di mangiare in fretta. Se all’origine dei rutti continui vi è una qualche patologia, bisogna rivolgersi al medico, in modo che possa prescrivere un trattamento adatto.

Se la causa sono dei problemi di digestione, è possibile ricorrere ai rimedi naturali, come il bere del succo di limone con acqua ed un cucchiaino di bicarbonato.

Non mancano nemmeno varie erbe, con i quali si può combattere una cattiva digestione, come la camomilla, la melissa, la menta, la santoreggia o la verbena, da assumere tramite infuso. Un buon infuso si può preparare miscelando in parti uguali fiori di camomilla, semi di finocchio, bacche di ginepro, e foglie di melissa e menta. Si mette un cucchiaio di questa miscela in infusione in una tazza d’acqua calda per una decina di minuti, per poi filtrarlo e berlo amaro dopo i pasti.

Per il problema dell’aerofagia, si possono utilizzare erbe dalle proprietà antispasmodiche ed antifermentative, come la camomilla già citata, l’anice verde, la menta piperita, il cumino dei prati, il finocchio o l’aneto.

I semi di pompelmo, possono essere d’aiuto per questo problema: schiacciati, infatti, non solo possono combattere batteri, virus e parassiti (che possono essere anch’essi una causa dei rutti continui), ma il loro estratto si può usare per problemi gastrointestinali.

Leggi anche:

Condividi su: