Si può vivere di rendita? Qual’è il capitale necessario?

Smettere di lavorare  e vivere  di rendita è il sogno di molti ma probabilmente una realtà per pochi. È un sogno irrealizzabile o con qualche accorgimenti si può  vivere senza fatica? La prima domanda che ci si pone di fronte a questo dilemma è: quanti soldi servono per poter vivere di rendita senza lavorare più? Facciamo un po’ di chiarezza.

Non esiste una sola risposta, la risposta  non è uguale per tutti. Dipende da tanti fattori, dal capitale che si ha a disposizione dal tipo di vita che si vuole condurre, dall’età in cui si vorrebbe smettere di lavorare e godersi la vita e dagli investimenti che si intendono fare.

Ma si può vivere veramente di rendita?

Considerando l’ipotesi di interrompere il  lavoro verso i 40 o 50 anni, i fattori da tener ben a mente sono molteplici. La prima domanda che ci si pone è: per quanti anni vivrò e di cosa avrò bisogno? Purtroppo, non possiamo conoscere tutte le risposte in anticipo, dunque è il caso di considerare varie ipotesi per essere lungimiranti e non trovarsi in difficoltà in futuro. Per affrontare questo argomento bisogna avere un approccio intelligente e distaccato, una visione  chiara di tutti gli aspetti per poter valutare con lucidità una pianificazione futura. Un vero e proprio Business Plan della propria vita, uno schema con dati statistici ben definiti.

Occorre tener ben presente quali possono essere i bisogni, le aspettative, i desideri da realizzare. Creare una famiglia, avere dei figli, quanti figli, il tenore di vita con cui si vuole affrontare i prossimi anni, sono tutte domande che ci di deve porre,  senza tralasciare,  gli avvenimenti che non dipendono dalle esigenze e desideri personali. Valutare il periodo storico in cui ci si trova, studiare a fondo quali possono essere le fasi  future  da vivere e mettere in conto che ci si può trovare ad affrontare momenti difficili come: periodi di crisi, inflazione, aumento delle spese, spese ordinarie e straordinarie. Ad esempio: una ristrutturazione immobiliare, imprevisti all’automobile o tanti altre circostanze  inaspettate  in cui ci si imbatte nel corso della vita. Cerchiamo di dare una risposta alla domanda principale che ci si pone se si ha intenzione di vivere di rendita:

Quanti soldi servono per vivere di rendita?

Non è  facile rispondere ad una domanda del genere.  Secondo una ricerca  di qualche anno fa condotta da una  Banca americana, che ha affrontato l’argomento, prendendo  in considerazione una coppia di coniugi  sui 45 anni, con due figli a carico e una proprietà immobiliare, elaborando le loro esigenze il risultato ottenuto è una  cifra abbastanza alta. Una somma  che si aggirava intorno a poco meno di 3.000.000 euro. Una cifra non da poco. Questa somma garantirebbe una rendita mensile sui 5000 euro circa. Una reddito abbastanza generoso per vivere dignitosamente. Sicuramente, si può vivere anche con meno. Mettendo da parte un tenore di vita lussuoso, fatto di viaggi e vacanze a 5 stelle  con i gusti accorgimenti  l’idea di vivere di rendita può diventare una realtà.

Se non si ha a disposizione un grande capitale,  con  le mosse giuste e  una somma abbastanza cospicua, l’idea di vivere senza lavorare pian piano potrebbe diventare realtà. Una delle prime cose da fare è sicuramente diventare dei grandi risparmiatori, evitando tutte le spese superflue e avere un occhio sempre attento alle spese da affrontare. Il secondo punto da tenere presente e fare uno studio attento e a lungo termine sugli investimenti da fare. Sicuramente la strada più giusta da percorrere è la diversificazione degli investimenti. Non focalizzarsi su un solo investimento. L’investimento immobiliare ad esempio può  essere un buon punto di partenza. Appartamenti in città universitarie, case vacanza o locali commerciali, affittandoli ci si potrebbe garantire una entrata mensile ed è un investimento abbastanza stabile per poter vivere di rendita.

Leggi anche: