Tassello chimico: cos’è, come si usa, prezzo

Il tassello chimico, conosciuto anche come ancoraggio chimico, è un tipo di ancoraggio strutturale, utilizzato spesso nel campo dell’ingegneria, adatti soprattutto per i lavoro di ristrutturazione.

Che cos’è?

Il tassello chimico, in pratica, consiste nell’usare una sorta di colla, ottenuta con delle resine, per fissare  delle barre di metallo.

Queste “colle” sono realizzate con delle particolari resine, capaci di resistenza meccanica e con un rapido indurimento. La loro composizione è di soluzione di poliestere, di resine epossidiche o di vinilestere. Le prime, tuttavia, non sono quelle tra le più consigliate, in quanto hanno un limite di applicazione, e possono compromettere la resistenza del substrato su cui sono applicate.

Al tassello chimico è corredato una fiala, da inserire nel muro, che dovrà rompersi perché la resina fuoriesca, una volta inserita nel foro, e la vite venga bloccata. Oppure la resina può essere iniettata, con una speciale pistola.

La scelta della resina e del tipo di ancoraggio dipende da vari fattori, come:

  • il materiale sul quale si andrà ad applicarlo;
  • le condizioni ambientali, che possono influire sui tempi;
  • l’entità del carico e la geometria dello substrato su cui si andrà ad applicare.

Come si usa e quanto costa

Il tassello chimico, è sicuramente diversa da quello meccanico, in quanto la sua applicazione di basa sulla forza di adesione della barra metallica che bisogna fissare nella muratura.

L’ancoraggio si può dividere in tre diverse tipologie:

  • i tirafondi, ancorati gettati in opera, il cui funzionamento si trova nella parte inferiore;
  • i post installati, ovvero degli ancoraggi meccanici, che hanno la stessa funzione della forza di attrito;
  • gli ancoraggi chimici, che aderiscono a tutta la superficie di inserimento.

Il tipo di ancoraggio dipende anche dalla superficie su cui si dovrà applicare. Per il soffitto, ad esempio, è meglio utilizzare una pistola per inserire il tassello chimico nel foro.

Per quanto riguarda i costi, a seconda della marca e/o delle unità, i prezzi dei tasselli chimici variano da  dieci ai cinquanta euro, più o meno. Ad esempio, un tassello chimico Fisher FIS V 410C (410 millilitri), composto da una resina ancorante chimica bicomponente, adatta per fissare dei supporti, può costare, su Amazon, 16,96 euro.

E’ ovvio che online si possono trovare dei prezzi più convenienti, ma se non si conosce bene la marca, o si vuole essere sicuri che sia un buon prodotto, è bene recarsi in un negozio specializzato.

Leggi anche: