Tatuaggio Dybala sul braccio: cosa significa?

Con “tatuaggio Dybala” si intende il tatuaggio da guerriero del giocatore di calcio della Juventus, Paulo Dybala, che grazie a quest’ultimo è diventato di moda. Non che prima fossero in pochi a farsi un tatuaggio simile, in quanto rientra nei disegni in stile minimal.

Com’è fatto il tatuaggio di Dybala e cosa significa

Il tatuaggio di Dybala sono due strisce nere, piene, sul braccio sinistro. Quando è stato chiesto al giocatore che cosa stavano a significare lui rispose che l’aveva visto sul braccio di un altro compagno, e  ricordava quei bracciali che i romani portavano in guerra, ma lui se lo fece fare per seguire i propri gusti.

Non è certo insolito, vedere giocatori di calcio con dei tatuaggi, e che i loro tifosi, appassionati anche della body art, si facciano tatuare lo stesso disegno, ma le strisce nere di Dybala possono avere più di un significato.

Il significato delle strisce

Dybala, nell’intervista, ha accennato al fatto che i guerrieri dell’antica Roma portavano dei bracciali, ed infatti quegli oggetti venivano conferiti ai soldati che si erano distinti sul sul campo. In pratica, avevano lo stesso significato di una medaglia al valore.

I tatuaggi a fascia, tuttavia, sembrano aver riscosso successo non solo grazie a Dybala, visto che la richiesta è aumentata negli ultimi dieci o quindici anni. Infatti, sono pratici, e possono essere facilmente celati dagli abiti, e li si può decorare con altri disegni, come dei motivi tribali.

Nel Giappone del periodo Edo (1600-1870), vi era un tatuaggio, chiamato Irezumi, in cui venivano raffigura delle linee nere, che venivano tatuate su un braccio (o entrambe) come punizione per i criminali condannati. Il numero delle linee aumentava a seconda della gravità del crimine. Tuttavia, in seguito per gli stessi criminali divennero un simbolo di potere.

In occidente, le fasce nere portate sul braccio, vengono indossate in caso di lutto, e forse chi si fa un tatuaggio del genere per ricordare una persona che ha perso e manifestare il suo lutto.

Se le linee fanno parte di un disegno tribale, sopratutto se di origine Maori, si può voler indicare il proprio status sociale.

Sembra un disegno semplice, ma per farlo si possono utilizzare tecniche come le pennellate o il puntinismo, e possono essere abbellite con diversi simboli, come le frecce. Oltre che sul braccio possono essere posizionate sulle gambe, sulle cosce e sulla schiena. Guardando le varie foto online, si può notare che alcuni le preferiscono sottili, come bracciali, ed altri più larghe.

Leggi anche:

Condividi su: