Come scegliere l’orologio da polso in base al proprio vestiario

L’orologio da polso è un accessorio che molti portano per sapere l’ora, ma non per questo deve essere un elemento di secondo piano nel proprio abbigliamento, visto che se ne possono trovare di molti tipi, forme e colori. Come si può abbinare, allora, al proprio abbigliamento? Scopriamolo insieme in questa guida.

Un modello per ogni occasione

Il proprio abbigliamento di sceglie in base all’occasione, che sia per divertimento, lavoro, etc, e la scelta degli accessori non deve essere da meno. Per quanto riguarda l’orologio da polso, lo si dovrebbe abbinare, in linea generale, alle scarpe.

Se l’orologio si indossa tutti i giorni, in qualunque occasione, se ne dovrebbe scegliere uno che non sia troppo vistoso e che funzioni bene. Per questo, si scelgono soprattutto i modelli in acciaio, che sono affidabili e hanno una maggiore resistenza rispetto agli altri.

Tra questi, potrebbero rientrare anche gli orologi sportivi, che non solo indicano l’ora, ma possono essere utili per segnare il tempo di una corsa, con il cronometro, o che si possano indossare anche sott’acqua.

Sarebbe meglio averne uno da portare quotidianamente, come quello descritto, e uno per le occasioni importanti, come feste, cene di gala, serate a teatro, etc. Per questo, si possono scegliere degli orologi da polso d’oro, d’argento o di platino, che si possa abbinare anche a dei gioielli dello stesso metallo, nel caso delle donne.

I più modaioli, potrebbero preferire un orologio trendy, che si noti. Per questo, possono essere adatti alcuni tipi di orologi sportivi. Le donne, invece, potrebbero optare per orologi con cinturini colorati o impreziositi con delle pietre, che possano sembrare dei braccialetti.

Secondo i dati raccolti dallo staff di Cronotop, alcune persone, invece, preferiscono restare più su uno stile classico, indossando degli orologi appartenuti ai genitori o ai nonni (o magari un regalo della prima comunione o della cresima). Naturalmente, questi tipi di orologi vanno indossati con abiti sobri.

Come indossarlo correttamente?

Qualunque sia il tipo di orologio, è importante evitare che sia troppo grande. La misura ideale, sia per uomini che per donne, va dai trentaquattro ai quaranta millimetri. Per quanto riguarda il polso su cui portarlo, che sia a destra o a sinistra, si può scegliere in base alla propria comodità, ma bisogna posizionarne la cassa dietro alla protuberanza dell’osso, e non deve finire mai sul polsino.

La taglia del cinturino, dovrebbe essere adatta al proprio polso, in modo che vi aderisca ben bene e sia comodo da portare. Per regolarne bene la larghezza, è importante sceglierne un orologio da polso con un cinturino in gomma o pelle, dotato di una fibbia che permetta di chiuderlo. Chi opta per un orologio con il cinturino d’acciaio, dovrebbe leggere attentamente le istruzioni che gli vengono fornite, per sapere quali maglie è possibile rimuovere.

Agli uomini viene sconsigliato di indossare un orologio da polso lasco, o che sia troppo stretto, mentre le donne possono anche portarli larghi, come se fossero dei bracciali.

Come pulire l’orologio

Come per i gioielli e i vestiti, è importante pulire anche il proprio orologio, per evitare che si rovini e tutti lo notino (in maniera negativa). Se è possibile togliere il cinturino, è meglio separarli primi, e pulire la cassa con un panno pulito, per eliminare gli aloni e la polvere. L’importante è non usare mai l’acqua, anche se si tratta di un panno inumidito.

Per quanto riguarda i cinturini, se sono di pelle è meglio sostituirli spesso, soprattutto se si indossano nel quotidiano, in quanto non solo si può scolorire, ma possono proliferare anche dei germi. A seconda del materiale, può essere anche lavato, ma dopo un certo periodo va comunque rimpiazzato.

Chi ha un orologio di tipo classico, come quelli descritti in precedenza, o vuole eseguire una pulizia più accurata, dovrebbe rivolgersi direttamente ad un orologiaio.

Leggi anche: