Quali colori scegliere per la camera del proprio bambino

Verso il secondo o il terzo semestre di gravidanza, bisogna cominciare a pensare alla cameretta del nascituro. Culla, fasciatoio, armadio, vestiti, giocattoli, etc, sono tutti componenti che non possono mancare, ma la prima cosa da fare è scegliere il colore giusto.

La luce nella stanza e le vernici che si possono usare

Nello scegliere il colore della nursery, bisogna anche tenere conto della tonalità adatta, che vada bene con la luce presente nella stanza. Se, ad esempio, la stanza è ben illuminata e si vuole dipingere le pareti di azzurro, è bene non ricorrere a una tonalità troppo chiara. Magari si può optare anche per un verde acqua.

Per dipingere la stanza del proprio bambini, si consiglia di usare un tipo di tintura atossica. In commercio è possibile trovare diversi tipi di pitture ecologiche, e tra quelle migliori, per la nursery, si possono scegliere:

  • le pitture a base di acqua, del tutto naturale;
  • l’idropittura acrilica, che forma una sorta di patina lavabile.

Le idropitture sono state studiare per essere traspirabili, e di solito vengono utilizzate per dipingere bagni e cucine, ma è sicuramente adatta anche per le camere dei più piccoli.

I colori della stanza

A determinare il colore della stanza dei bambini è, nella maggior parte dei casi, il sesso del nascituro: azzurro per i maschi e rosa per le femmine. Tuttavia, ci sono alcuni genitori che preferiscono ignorare se avranno un bambino o una bambina, oppure vogliono usare la nursery per altri figli, ed optano per dei colori più neutrali, come il bianco, il giallo, l’arancio ed anche il verde (anche se quest’ultimo è per lo più un colore adatto alla camera di un maschietto).

E’ possibile anche tingere la stanza con due colori, a seconda dell’illuminazione. Ad esempio, si può pitturare il soffitto di bianco, e le pareti con un altro colore.

Naturalmente, il colore della stanza deve abbinarsi a quello dei mobili. Chi ha acquistato prima i mobili della cameretta, prima di verniciare, dovrebbe scegliere un colore che si possa intonare ad essi, e viceversa. I mobili bianchi, ad esempio, si possono abbinare facilmente a qualsiasi colore.

Secondo la filosofia Feng-shui, per le camere dei neonati è sempre meglio optare per dei toni rilassanti, che siano vicini al verde o al blu. Il rosso è assolutamente da evitare, e nemmeno la carta parati deve riportare delle immagini con colori forti.

Per i nati nelle stagioni di primavera ed estate, si consiglia di dipingere la stanza di bianco, di azzurro o in crema. Se il bambino è nato in autunno o in inverno, è meglio ricorrere ad una pittura verde, giallo o rosa.

Al colore, si possono abbinare le più diverse decorazioni, molte su carta da parati, come gli orsetti, le papere, gli elefanti (ed altri animali della savana), le api, dei gufetti dai grandi occhi, e persino dei personaggi dei cartoni animati, come Titti o i personaggi della disney.

Leggi anche:

Condividi su: