Le piante: struttura e parti di cui sono composte

Nonostante le piante siano molto diverse tra di loro, esse hanno tutte la stessa struttura, cioè sono formate dalle stesse parti. Vediamo di seguito quali sono.

  1. RADICE: Le radici sono la parte sotterranea della pianta che si sviluppa dal seme e tende ad andare verso il basso.
  2. FUSTO: Il fusto tende a crescere sempre verso l’alto. Quando esso e’ legnoso ed e’ ramificato si chiama tronco. I tronchi sono rivestiti dalla corteccia che può essere liscia o rugosa. Quando il fusto e’ vuoto all’interno ed e’ interrotto da nodi, si chiama culmo. Sono culmi i fusti del grano e di altri cereali. Quando il fusto e’ tenero come quello dell’erba, si chiama stelo. Lo stelo e’ sempre di colore verde. I tronchi sviluppano alla loro estremità superiore moltissimi rami. Ai rami sono attaccate le foglie. Il fusto della pianta e’ percorso da sottilissimi canali situati nella parte più interna del tronco. Essi portano la linfa grezza dalle radici alle foglie. Altri canali posti verso la parte esterna del tronco, portano la linfa elaborata, cioè il nutrimento dalle foglie a tutte le parti della pianta. Vi sono piante in cui il fusto si sviluppa sotto terra e perciò viene chiamato fustO sotterraneo. I fusti sotterranei sono di tre tipi: il rizoma, il tubero ed il bulbo. Il rizoma e’ un fusto che si sviluppa in senso orizzontale. Il tubero e’ un ramo del fusto sotterraneo che si ingrossa e accumula sostanze nutritive. Il bulbo e’ un fusto molto corto intorno al quale si sviluppano delle foglie carnose.
  3. FOGLIA: Le foglie sono fondamentali per la pianta: in esse l’acqua e i sali minerali (Linfa Grezza), vengono trasformati in nutrimento. Il fiore, in genere, è la parte più colorata della pianta. Ha la funzione di trasformarsi in frutto. Com’è fatto il fiore? Il fiore di molte piante è composto da PETALI colorati che formano la COROLLA e da SEPALI verdi che formano il CALICE. All’interno della corolla si trovano dei filamenti gli STAMI sui quali si trova il POLLINE. Al centro c’è una “colonnina” verticale: il PISTILLO. Stami e pistilli servono alla pianta per riprodursi. Qualche volta avrai osservato le api che si posano sui fiori per succhiare una sostanza zuccherina chiamata NETTARE. Senza saperlo, cercando il nettare, le api si sporcano di polline e lo trasportano sul pistillo di un altro fiore: in questo modo avviene l’IMPOLLINAZIONE. Il polline può essere trasportato anche dal vento o da altri piccoli animali. I fiori impollinati si sviluppano e si trasformano in frutti.
  4. FIORE: Il fiore, in genere, è la parte più colorata della pianta. Ha la funzione di trasformarsi in frutto. Com’è fatto il fiore? Il fiore di molte piante è composto da PETALI colorati che formano la COROLLA e da SEPALI verdi che formano il CALICE. All’interno della corolla si trovano dei filamenti gli STAMI sui quali si trova il POLLINE. Al centro c’è una “colonnina” verticale: il PISTILLO. Stami e pistilli servono alla pianta per riprodursi. Qualche volta avrai osservato le api che si posano sui fiori per succhiare una sostanza zuccherina chiamata NETTARE. Senza saperlo, cercando il nettare, le api si sporcano di polline e lo trasportano sul pistillo di un altro fiore: in questo modo avviene l’IMPOLLINAZIONE. Il polline può essere trasportato anche dal vento o da altri piccoli animali. I fiori impollinati si sviluppano e si trasformano in frutti.
  5. FRUTTO: Il frutto è la parte che contiene i semi. Il frutto ha il compito di proteggere il seme. Spesso il frutto ha colori vivaci e una polpa dolce e nutriente per attirare gli animali , i quali, mangiando il frutto, liberano i semi in luoghi anche molto lontani.
  6. SEME: I semi sono la parte che permette alla pianta di riprodursi. I semi sono contenuti nei frutti. Se cadono in un terreno adatto in cui possono svilupparsi, faranno nascere una nuova piantina.

Al “Regno Vegetale” appartengono tutte le piante. Quindi con VEGETALE si intende qualsiasi pianta. Le piante, come gli animali, sono ESSERI VIVENTI in quanto: Nascono; Respirano; Si nutrono; Crescono; Si riproducono; Muoiono.

Fotosintesi Clorofilliana: La foglia è un laboratorio chimico che trasforma la linfa grezza in linfa elaborata. La foglia utilizzando la linfa grezza ricevuta dalle radici, l’anidride carbonica che assorbe dall’aria e la luce del sole fabbrica le sostanze complesse come gli amidi e lo zucchero che utilizza come nutrimento. Questo processo viene chiamato “FOTOSINTESI CLOROFILLIANA” perchè è reso possibile dalla presenza di una sostanza verde detta CLOROFILLA. Il processo della fotosintesi clorofilliana è importante per gli uomini e per tutti gli esseri viventi (animali e anche piante), perchè libera nell’aria l’ossigeno, elemento indispensabile per vivere.

Leggi anche: