Qual’è il modo migliore per coltivare le dalie?

La dalia è originaria del Messico, ed i suoi fiori sono tra i più colorati e decorativi che si siano. Ce ne sono di diverse taglie e si possono coltivare sia in giardino che in vaso. Scopriamo in questo articolo i modi migliori per coltivarle.

Coltivare le dalie in giardino

Chi vuole coltivare le dalie, nel proprio giardino, deve tenere presente che questo fiore, sboccia in estate (al massimo in autunno), e le sue misure raggiungono i trenta centimetri di lunghezza e i venti di larghezza.

Per piantarle, e’ necessario cominciare a preparare il terreno in autunno, lavorando bene sulla profondità e concimando con un prodotto organico, come il letame maturo, aggiunto a una discreta quantità di farina d’ossi. In primavera si può iniziare a lavorare, ed impiantare tra la metà del mese di marzo e quella di maggio. E’ bene che la piante siano distanziate, a seconda della loro grandezza: con le più alte lo spazio deve andare dagli 80 ai 120 centimetri, quelle nane dai 30 ai 40, e quelle di media grandezza, dai cinquanta agli ottanta. Queste piante necessitano anche di tutori, e poi si può ricoprire con il terreno e bagnare in abbondanza.

Una volta che saranno apparsi i primi germogli, si dovrà cimare l’ultima coppia di foglie, una volta che avranno raggiunto dai quindici ai venti centimetri di altezza.

Nel periodo che va dalla primavera all’estate, le dalie necessitano di molta acqua, e il terreno dovrà rimanere umido anche nelle profondità, e di concime. Quest’ultimo dovrà essere ben equilibrato, senza grandi quantità di azoto. A seconda di come crescerà, si dovrà potare, per tutto il tempo della fioritura.

La coltivazione in vaso

Per una coltivazione nei vasi, è bene scegliere le dalie nane, che sono adatte a crescere in un contenitore. Il vaso giusto, dove piantarle, dovrà essere grande, di dodici centimetri, sia in larghezza che in altezza. Il terreno da inserire, invece, dovrà essere quello da giardino o un misto di compost e terriccio.

I tuberi si potranno piantare sempre nello stesso periodo della coltivazione in giardino, ovvero nel periodo primaverile. Una volta ricoperti dal terreno, in maniera compatta, ma che permetta alla pianta di respirare, si potrà annaffiare e concimare. Il terreno dovrà essere sempre umido, ma senza essere impregnato d’acqua.

La crescita e la cura non solo molto diverse da quelle delle coltivazioni in giardino, ma se si vive in un clima freddo, bisognerà mettere i tuberi delle dalie in un luogo chiuso.

Leggi anche: