Qual’è il modo migliore per mantenere la barba sana e folta?

Alcuni uomini stanno bene con la barba, ma bisogna sapere come mantenerla nel modo giusto, facendo in modo di rimanga sana e in ordine, con i prodotti e gli strumenti giusti.

Come far crescere la barba

Come per i capelli, la barba cresce più in fretta se si assumono delle vitamine, facendo una dieta sana e bilanciata. Se lo si ritiene necessario, si può ricorrere a degli integratori che contengano delle vitamine del gruppo B, soprattutto la biotina.

E’ utile anche dormire a sufficienza: infatti, alcuni esperti sostengono che la mancanza di sonno possa rallentare la crescita della barba.

Per accelerale la crescita si può applicare sul viso, tre o quattro volte alla settimana, prima di andare a dormire, una maschera preparata con limone e cannella. Il primo contiene vitamina C ed altri nutrienti, che possono contrastare la forfora, mentre la cannella velocizza la crescita ed ha proprietà esfolianti.

Si può ottenere questa maschera mescolando due cucchiai di succo di limone e un cucchiaio di cannella in polvere, fino a che la miscela non diventa densa e spessa. Dopo si può applicare sulla barba, con dei movimenti circolari e lenti, lasciandola agire per venti o trenta minuti. Trascorso questo tempo, si può risciacqua il tutto con acqua fredda. Per eliminare completamente i resti della maschera (soprattutto del limone) è bene usare un tonico detergente. Dopo aver asciugato la barba, ci si può applicare una crema dall’azione idratante.

Per sapere fino a che punto è il caso di far crescere la barba, bisogna avere presente quale sia il look più adatto per il proprio viso e dal tipo di crescita della barba. E’ normale che mentre quest’ultima cresca si possa avvertire del prurito, ma è una questione di abitudine.

Come curare la barba

Si può cominciare a modellare la barba quando quest’ultima arriva ad un minimo di tre o quattro centimetri di lunghezza. Allora, si può cominciare a spuntare della lunghezza desiderata, decidendo in che direzione effettuare il taglio. Chi vuole una barba più lunga, dovrebbe accorciarla dopo due e tre mesi, per sfoltire le doppie punte, e pettinarla regolarmente.

Per mantenere bene la barba, occorre pettinarla e lavarla, semplicemente con acqua e sapone (o un detergente), al mattino e alla sera. Ci sono diversi prodotti da usare per curarla al meglio, come:

  • shampoo e balsamo, proprio come per i capelli;
  • un dopobarba, da usare sulle aree rasate, che abbia un’azione idratante, disinfettante ed astringente, profumato ma privo di aromi, e che non contenga sostanze chimiche aggressive;
  • un olio da barba, da passare sui peli per evitare l’insorgenza della forfora. I più indicati sono quelli di avocado, mandorle e jojoba, mentre l’olio d’oliva è da evitare;
  • una cera modellante, per evitare che i baffi o i peli più lunghi s’increspino.

Molti di questi prodotti possono essere preparati in casa, usando degli ingredienti naturali. Ad esempio, per preparare una buona cera modellante, si può grattugiare cento grammi di cera d’api ed unirla a cinquanta millilitri di olio di ricino, facendo scogliere il tutto a bagnomaria, mescolando continuamente. Una volta che la miscela è diluita e ben amalgamata si possono unire dieci gocce di olio essenziale a piacere, sempre mescolando. Una volta raffreddato si può usare e conservarlo in una contenitore pulito, a temperatura ambiente.

Chi vuole farsi crescere una barba lunga, dovrebbe usare quattro strumenti, ovvero:

  • il rasoio, in modo da definire le forme della barba nelle zone delle guance e sopra il collo;
  • le forbici, per pareggiarla o accorciarla, a seconda della forma che si vuole ottenere;
  • il regolabarba o il trimmer;
  • la spazzola da barba, che abbia delle setole morbide.

Leggi anche: