Cantoni svizzeri: ecco il loro elenco e dove si parla italiano

La Svizzera è divisa in ben ventisei cantoni, ovvero in ventisei piccoli stati federati, con una loro costituzione ed un loro govern. Insieme, compongono la Confederazione svizzera. Per sapere quali sono e in quali si parla italiano, basta continuare a leggere questa pagina.

I ventisei cantoni svizzeri

Dal 1999, la Svizzera include i ventisei cantoni che la compongono, e sono:

  • Berna, cantone la cui omonima capitale è anche quella di tutta la Confederazione svizzera;
  • Zurigo, a nord delle Alpi, che comprende dodici distretti;
  • Friburgo, sulle rive di due laghi, in cui due terzi della popolazione parla francese ed il resto tedesco;
  • Basilea, famosa per il suo carnevale;
  • Basilea Campagna, indipendente dalla città dal 1969;
  • Ginevra, che fu il centro della Riforma Calvinista;
  • Uri, situato nella svizzera centrale, è una regione alpina, che include vari ghiacciai;
  • Svitto, che comprende trenta comuni, ed è posto tra il Lago dei Quattro Cantoni e il Lago di Zurigo;
  • Obvaldo, i cui primi insediamenti risalgono ai celti e i romani;
  • Nidvaldo, il cui sostegno economico arriva soprattutto dall’agricoltura;
  • Lucerna, un punto di passaggio per molti centri di villeggiatura, soprattutto tra Germania e Italia;
  • Glarona, la cui storia è dominata da fatti riguardanti la religione;
  • Zugo, uno dei cantoni più piccoli, governata da un unico distretto amministrativo;
  • Soletta, ben connessa alle altre regioni della Svizzera;
  • Sciaffusa, che nel medioevo era una città stato;
  • Appenzello Esterno, i cui primi insediamenti sono risalenti al VII e all’VIII secolo;
  • Appenzello Interno, che in realtà sarebbe un semicantone;
  • San Gallo, a nord est della Svizzera;
  • Grigioni, che ospitava le popolazioni retiche;
  • Argovia, dove è presente la parte bassa del fiume Aar;
  • Turgovia, i cui meleti forniscono i frutti per preparare il sidro;
  • Ticino, nella parte meridionale della Svizzera;
  • Vaud, la cui capitale è Losanna;
  • Vallese, dove si parlava la lingua romanza;
  • Neuchatel, famoso per i suoi vini;
  • Giura, che fu donata dal re di Borgogna al vescovo di Basilea, nel 999.

I cantoni svizzeri in cui si parla italiano

E’ nel Cantone Ticino, in cui si parla soprattutto italiano, in Svizzera. In questa regione, sono stati ritrovati numerosi reperti archeologici risalenti all’antichità, che indicherebbe quali popoli vi hanno vissuto, come i celti. Durante il periodo della Riforma, fu anche uno dei più importanti centri protestanti, anche se oggi la maggioranza della popolazione è cattolica. Dei residenti, più dell’83 % è di madrelingua italiana, circa l’8 % parla il tedesco e il resto è di lingua serbo-croata. Due sono i poli educativi principali di questo cantone, ovvero l’Università della Svizzera Italiana e la Scuola Professionale della Svizzera Italiana. La sua economia si basa soprattutto sull’industria leggera.

L’altro cantone svizzero in cui parla italiano è il Grigioni (circa il 20 %), il più grande tra i cantoni svizzeri ad est, nel cui stemma sono riportati i simboli delle Tre Leghe, e la sua attività turistica (che rappresenta il 60 % del lavoro) è incentrata soprattutto sulle montagne. La sua pietanza più nota è la carne secca, e l’italiano viene parlato soprattutto nelle valli di Calanca, Poschiavo, Mesolcina e Bregaglia.

Leggi anche:

Condividi su:

Previous article

Scegliere braccialetti eleganti