Le app e i social più in voga del momento

Bisogna riconoscerlo: stiamo vivendo in un’epoca nella quale molto dipende da un dispostivo mobile, sia esso uno smartphone o un tablet, l’importante è che sia connesso ad Internet. Attraverso un’app o un programma possiamo ordinare la cena, prenotare un volo verso lidi sconosciuti ed effettuare qualsiasi tipo di pagamento. Il mondo sempre in movimento nel quale viviamo è quindi regolato da una serie di dinamiche che esigono immediatezza ed è per questo che usare un dispositivo mobile connesso ad Internet è fondamentale, anche per comunicare. Le app e i social sono dunque più di uno status symbol, a differenza del telefonino alla fine degli anni ’90. Ma quali sono quelle più in voga oggigiorno? Andiamo a vederlo di seguito.

Senza dubbio l’app più necessaria è WhatsApp, fondamentale per comunicare con amici, colleghi e quant’altro. Oggigiorno, infatti, in molti hanno praticamente lasciato da parte le telefonate classiche per entrare in contatto soltanto attraverso le chat instantenee di WhatsApp. Il grande vantaggio è quello di poter comunicare senza disturbare eccessivamente l’interlocutore, eccezion fatta per alcuni momenti in cui è urgente doversi scambiare delle informazioni o prendere appuntamento. Sempre legato al tema della comunicazione troviamo Twitter, social creato nel 2006 negli Stati Uniti che ha raggiunto ora più utenti in assoluto e sta realizzando ottime performance che hanno permesso ai suoi dirigenti di ottenere ottimi introiti, come spiegato nell’articolo di Repubblica.

La sua crescita, che per alcuni era un’utopia, è stata certificata dagli ultimi dati ufficiali che confermano un utile netto di 190 milioni di dollari e una crescita del 6% dei utenti attivi. Il motivo? Twitter permette una comunicazione e una diffusione d’informazioni live pressoché immediata grazie all’uso degli hashtag: sempre più diffuso da parte degli utenti è il “Live twitting”, ovvero la narrazione in diretta di eventi di varia natura, come concerti, conferenze o partite di calcio. A proposito di calcio, uno dei settori delle app che ha conosciuto un vero e proprio boom è stato quello sportivo: ogni squadra ha oramai la propria app ufficiale per rimanere sempre in contatto con i propri tifosi e società come bet365 permettono di scommettere online seguendo in diretta i risultati delle partite, molte volte offrendo anche lo streaming dell’evento direttamente sul dispositivo, prendendo così due piccioni con una fava.

Dall’altro lato della barricata vi sono ovviamente i “social” nel senso più puro, ovvero Facebook (leggi l’approfondimento di Wired) e Instagram, quelli onnipresenti e trainati dall’aspetto commerciale, attraverso i quali in molte aziende cercano di farsi pubblicità e ingrandire la propria immagine. Se Facebook è ormai il social per eccellenza, dato che permette di condividere qualsiasi tipo di file e permette una serie di interazioni di diverso tipo, Instagram è però il social di moda in questi tempi: con sempre più utenti attivi, la piattaforma offre un vantaggio non da poco, ossia quello di pubblicare foto e categorizzarle con hashtag, in modo da creare vari universi nel social stesso e fomentare interessi comuni tra gli utenti. L’aggiunta delle storie, ovvero video o immagini scattate live e postate per 24 ore, permettono agli utenti di condividere momenti della propria giornata ma anche di seguire quelli dei propri beniamini, come attori, personaggi famosi ed atleti.

Tutte queste app fanno parte dello smartphone dell’utente medio di oggi, formando un mondo interattivo e virtuale sempre connesso e aggiornato.

Leggi anche:

Condividi su: