Tatuaggio scacciasogni: significato, disegni più belli e curiosità

Lo scacciasogni o acchiappasogni (Dreamcatcher in inglese) è uno strumento usato dai nativi americani, che servono ad intrappolare gli incubi durante la notte, nella loro rete, proprio come farebbe il regno con la sua tela, per poi dissolversi alle prime luci del mattino. Ma qual’è il loro significato vero e proprio? E perché sceglierlo come tattoo?

La sua simbologia e come viene usato

La rete scacciasogni è diffusa in tutto il Nord America, tra le tribù native americane, e la si realizza usando legno, corda e metalli, che vanno a formare un cerchio, per poi attaccare alle estremità pietre, piume, legnetti ed altri oggetti apotropaici.

Spesso vengono decorati con perline, e con piume d’aquila, in quanto simbolo di coraggio e di forza, o di civetta o gufo, simboli di saggezza e prudenza.

Per gli indiani d’America, il sogno ha una importante valore simbolico, tanto che ci sono alcuni riti (nonché l’assunzione di alcune sostanze) che si effettuano per avere una visione onorica, che porti a una verità che si sta ricercando. In sogno, loro ritengono di poter ricevere la visita del Grande Spirito.

Le reti dell’acchiappasogni hanno la funzione di catturare i sogni cattivi, in modo che non possano nuocere in alcun modo. Di solito, vengono appese sulle culle dei neonati, per proteggerli, oppure sulle finestre e alle porte. Se piccoli, si possono portare come ciondoli.

Le leggende sulle origini di questo oggetto sono diverse, ma una delle più belle ha come protagonista una bimba Cheyenne, Nuvola Fresca, che era tormentata dagli incubi, e così la madre, una donna-medicina, costruì una reticella, piegando un ramo di salice, e tessendo all’interno una sorta di ragnatela, e la incantò, per fare in modo che l’oggetto distinguesse i sogni buoni da quelli brutti, e l’appese sopra al letto della bambina. Da quella notte, la piccola non ebbe più incubi, e la sua saggia madre ne fece delle altre per darle ad altri madri della tribù, affinché proteggessero i bambini.

Lo scacciasogni come tatuaggio

Come tatuaggio, si opta per il dreamcatcher come omaggio alla cultura dei nativi, che in Italia sembra riscuotere un enorme successo (per quanto riguarda gli oggetti artigianali), e sicuramente è un buon portafortuna contro gli incubi.

Online, e sicuramente in uno studio di tatuaggio, è possibile trovare diverse foto di tatuaggi che riproducono gli scacciasogni. A seconda dell’area in cui si decide di posizionarlo, l’acchiappasogni può essere grande o piccolo, con un cerchio solo o di più (di solito uno più grande a cui sono attaccati due o tre più piccoli). Lo si può scegliere stilizzato o a colori.

Alcuni si distinguono per i disegni affiancati all’oggetto. Ad esempio, c’è chi ha scelto uno scacciasogni in cui un delfino, salta fuori dal cerchio, con delle onde, probabilmente richiesto da chi ama gli animali ed una cultura che insegna a rispettare la natura. Oppure accompagnato da una rosa o un cuore al centro, (molto femminili), oppure accompagni dal proprio nome o da una frase significativa, come “Dreams Do Come True” (i sogni si avverano).

Leggi anche:

Condividi su: