Come eliminare la cellulite dai glutei

La cellulite è un problema che riguarda diverse persone, e può essere causata da una predisposizione genetica, da squilibri ormonali o da una vita sedentaria accompagnata da un’alimentazione scorretta. Sui glutei è decisamente antiestetica, soprattutto per le donne, ma ci sono alcuni stratagemmi per combatterla.

Dieta ed esercizi

Tra i modi per togliere la cellulite dai glutei, si devono mettere ai primi posti l’attività fisica e una alimentazione corretta, oltre a bere almeno due litri di acqua.

Il regime alimentare da seguire, deve comprendere cibi ricchi di fibre, che liberano il corpo dalle scorie e dalle tossine tramite l’intestino, regolando così l’organismo.

Bisogna privilegiare la frutta, le verdure di stagione, le carni bianche e il pesce. I lattici vanno limitati, ed evitati i cosiddetti cibi spazzatura.

Per aiutare a drenare i liquidi, è consigliabile bere delle tisane naturali. Ad esempio, si può preparare un infuso misto, da bere tre volte al giorno, lontano dai pasti, lasciando in infusione un pizzico di tarassaco, uno di gramigna, uno di olmaria e uno di barba di mais in un litro di acqua bollente, per dieci minuti.

Anche il succo di limone fresco, ottenuto spremendo due o tre limoni, e diluito in acqua non zuccherata, può portare benefici, bevendone un bicchiere al giorno.

Tra gli esercizi da provare, ci sono sicuramente quelli di forza (ad esempio quelli con i pesi), che possono rinforzare i muscoli della cosce e tonificare le gambe.

Altri esercizi che portano benefici ai glutei, sono i sollevamenti delle cosce, oppure appoggiarsi al muro e fingere di sedersi.

Sono ugualmente utili qualsiasi tipo di esercizio cardiovascolare, come l’aerobica o il nuoto, o di passeggiata, che deve durare dai quarantacinque ai sessanta minuti per sei volte alla settimana. Queste attività migliorano la circolazione del sangue e bruciano i grassi. E’ consigliabile evitare di accavallare le gambe, quando ci si siede.

I massaggi

Massaggiando il retro delle cosce, si può mandare via la cellulite, semplicemente usando le dita oppure con un sapone da massaggio, dai cinque ai dieci minuti al giorno, in modo da migliorare la circolazione.

Per massaggiare, si può applicare uno scrub, in modo da stimolare meglio i flussi sanguigni ed eliminare le tossine. Lo scrub deve contenere sostanze abrasive naturali, come il caffè, che è ottimo per la cellulite. Per avere dei buoni risultati si consiglia di sceglierne uno che contenga un olio naturale, come quello di avocado, in modo che la pelle sia nutrita e rimanga idratata.

Creme anticellulite

Si può provare una crema o un siero anticellulite, reperibili nei negozi e nelle erboristerie, da applicare giornalmente. Molti di questi preparati contengono ingredienti specifici per la cellulite, ed è possibile osservare notevoli miglioramenti già dopo la prima o la seconda settimana di trattamento.

Delle creme per la cellulite, possono essere anche preparate in casa. Un esempio è il cataplasma di foglie fresche di edera, da applicare tre volte alla settimana.

Un altro cataplasma da poter provare è quello di quercia marina, che si ottiene facendone bollire una manciata in acqua e applicando l’impiastro molto caldo, per tre volte alla settimana, sulle zone interessate.

Trattamenti di bellezza

Chi ne ha il tempo e la voglia, può provare dei bagni esfolianti, mettendo in una vasca piena d’acqua calda cento grammi di bicarbonato. Il bagno deve durare quarantacinque minuti, rialzandosi poi lentamente della vasca e risciacquandosi velocemente con acqua non troppo fredda. Dopo essersi asciugati, si deve applicare una crema anticellulite. Si consiglia di fare questi bagni tre volte alla settimana, per un mese, alla fine del quale si dovrebbero vedere dei miglioramenti.

Se non si riesce a liberarsi del tutto della cellulite, alcuni consigliano di applicare sulla parte interessata un autoabbronzante, che la nasconde.

C’è da dire che nemmeno dei trattamenti regolari possono eliminare del tutto la cellulite, ma la rendono di sicuro meno evidente. L’importante è fare attenzioni a prodotti e trattamenti molto costosi, che possono essere anche dannosi.