Lo Sphynx: che gatto è e quali sono le sue caratteristiche

Nell’antico Egitto, i gatti venivano considerati sacri, ma sembra che fosse noto agli indiani del Messico, il gatto Sphynx, o gatto sfinge. Chi non l’ha mai visto prima, può faticare a credere che sia un vero e proprio gatto, vista la sua assenza di pelo, e tra gli amanti degli felini, c’è chi li ama e chi non li apprezza affatto.

Com’è fatto e qual’è la sua storia

Questo gatto, sembra che non abbia il pelo, ma in realtà è coperto da un sottopelo, corto e liscio al tatto, e che ad alcuni può rammentare la pelle di camoscio. I cuccioli nascono con una quantità di pelo maggiore, ma crescendo lo perdono. E’ di taglia media ed abbastanza robusto, con zampe lunghe, i piedi piccoli ed ovali, è una coda lunga ed affusolata. Il suo muso è cuneiforme, dotato di un naso corto e le orecchie triangolari, grandi ed aperte.

Nonostante abbia una muscolatura robusta, questo gatto non sopporta bene né il caldo né il freddo eccessivo, e trascorre la maggior parte del suo tempo in casa. Chi ne ha uno, dovrebbe spazzolarlo, giornalmente, con un panno di daino, perché le sue ghiandole producono ugualmente del sebo e, non essendoci il pelo, bisogna eliminarlo.

Lo Sphynx venne presentato, ufficialmente, in una fiera italiana nel 1984, dove ha sollevato i commenti più diversi. C’è chi lo considerava il gatto adatto a chi non è allergico al pelo di questi animali. Tuttavia, sembra che qualcuno ne abbia trovati anche negli anni Settanta, in Canada, dove un anonimo benefattore ne portò a casa alcuni, e due gatte senza pelo, della cucciolata di quelli già citati, vennero acquistate nel 1978 da un olandese, Hugo Hernandez, che iniziò ad allevarli. Furono riconosciuti ufficialmente, come appartenenti alla razza dei gatti, in America nei primi anni Ottanta, ed in Europa nel 1983.

Per chi è adatto lo Sphynx

Chi vuole adottare questo gatto, deve acquistarlo presso degli allevatori certificati, ed il suo prezzo può arrivare fino a 1500 euro. Di carattere, lo Sphynx è un animale allegro, divertente, curioso ed ama giocare, quindi il suo padrone non deve essere da meno. Ama stare in mezzo alle persone, interagire e dimostra di essere molto intelligente. Si consiglia di non lasciarlo da solo in casa per più di qualche ora, visto che potrebbe soffrire di solitudine.

Non avendo pelo, quando ha caldo suda e bisogna lavarlo con delle apposite salviette, evitando i deodoranti. E’ bene anche acquistare una buona crema solare, visto che ama stendersi sui davanzali e sui balconi. Non ha nemmeno le ciglia, e quindi bisogna pulirgli gli occhi, spesso, visto che ha il cosiddetto “pianto facile”.

Bisogna fargli il bagno in acqua calda una volta alla settimana e comprargli uno scaldasonno, delle coperte di angora e maglioncini in pile, visto che per questo gatto la temperatura ideale si aggira intorno ai 25°.

Per quanto riguarda la dieta, lo Sphynx ha un metabolismo accelerato e deve mangiare poco e spesso, e non avendo pelo ha bisogno di alimenti più calorici, rispetto agli altri. E’ bene, quindi, dargli da mangiare i croccantini e le scatolette consigliate dall’allevatore.

Leggi anche: